Dieci cose da fare a Verona per Pasqua

Ecco 10 cose che vi consiglio di fare a Pasqua e Pasquetta nella città di Verona…buon divertimento!

1. Godetevi la città dall’alto

Se avete l’auto a disposizione raggiungete il Santuario Nostra Signora di Lourdes: dalla terrazza panoramica potrete vedere le verdi colline di Verona e riconoscere tutti i monumenti della città, Arena compresa! Altrimenti acquistate un biglietto per la Torre dei Lamberti, la più alta della città…i vostri scatti fotografici saranno spettacolari. Ai più pigri invece suggerisco di usare la funicolare di Castel S.Pietro, recentemente riaperta al pubblico, permette di salire fino al colle dove è stata fondata la città. E perché no…potrete gustare un bel drink o una gustosa pizza al Ristorante Re Teodorico.

2. Recatevi alla Basilica di S.Zeno

Per chi desidera conoscere la storia religiosa di Verona o partecipare ad una funzione pasquale praticamente ogni quartiere ha la propria chiesa…ma tra tutte le chiese veronesi suggerisco senz’altro la Basilica di S. Zeno. La Basilica custodisce le spoglie di S.Zeno, il vescovo protettore della città e meravigliose opere d’arte fra cui una pala di Andrea Mantegna e un bellissimo portale in bronzo scolpito tra l’XI e il XIII secolo.

3. Per un pic-nic all’aria aperta

Se Pasqua e Pasquetta ci regaleranno belle giornate di sole e amate il verde, desiderate camminare e fare un bel pic-nic all’aria aperta potrete scegliere il Parco delle Mura che cinge per nove chilometri, pressoché ininterrottamente, con mura e fortificazioni la città di Verona.

4. In gita al museo

Se invece il tempo non sarà favorevole potrete visitare uno dei numerosi musei del centro storico. Tra tutti potete scegliere ad esempio il Museo di Castelvecchio. La bellissima fortezza scaligera non è solo uno scrigno di opere d’arte gotica, rinascimentale e barocca ma anche un magnifico punto panoramico sull’Adige e sulla città grazie alle massicce torri e al romantico ponte.

5. Per chi ama lo shopping

Se anche voi siete amanti dello shopping, avrete l’imbarazzo della scelta: in via Mazzini troverete le firme più prestigiose della moda, tra Corso Porta Borsari e Via Pellicciai particolari negozi di borse e calzature e in Corso S’Anastasia le vetrine degli antiquari. Volete acquistare una bella stampa di Verona per arredare il vostro soggiorno e avere un bel ricordo della città? Fate un salto alla tipografia storica di Via S.Maria in Chiavica, a pochi passi dalle Arche Scaligere.

6. Voglia di cioccolato, di un dolce speciale o di un uovo di Pasqua decorato?

Le mie pasticcerie preferite sono la Pasticceria Castelvecchio a pochi passi dal Museo e la Pasticceria Cordioli, vicino alla Casa di Giulietta: da provare sicuramente i “Baci di Romeo e Giulietta” e la colomba pasquale ripiena di frutti di bosco.

7. Non si va a Verona senza visitar l’Arena

Sicuramente non potrete lasciare Verona senza aver visitato l’Arena. nei diversi momenti della giornata, le sue pietre rosate assumono sfumature diverse; passeggiate intorno, l’anfiteatro è maestoso, e in epoca romana era   ancora più imponente poiché l’ala esterna è stata guastata nel corso dei secoli per ricostruire le mura e altri monumenti cittadini

8. Il Giardino dei Giusti

Se volete allontanarvi un po’ dalla folla del centro, cercate un po’ di quiete al Giardino Giusti nella zona di Veronetta. Realizzato alla fine del ‘500, il giardino è un magnifico esempio di giardino all’italiana dove vi sorprenderà il profumo dei cipressi secolari. Potrete passeggiare nel labirinto di bossi, tra statue di eroi e divinità, entrare in una grotta e salire al belvedere per ammirare, ancora una volta, Verona dall’alto.

9. Per una pausa enogastronomica

Troverete molti locali caratteristici nella zona di Via Sottoriva e di Piazzetta Bra Molinari: Al Vecio Mulin il menù offre i piatti tradizionali veronesi, tra cui la pastisada de caval (stracotto di cavallo al vino e spezie) o il risotto al vino Amarone; L’Ostregheteria Sottoriva 23 propone gli gnocchi in numerose versioni. Per un pranzo o una cena stuzzicante provate Il Banco Prosciutteria o L’Alcova del Frate con un’ottima carta dei vini.

10. Se è la città dell’amore ci sarà un perchè…

Non potrete certo lasciare Verona senza aver visitato la famosa Casa di Giulietta. Nel cortile, date uno sguardo alla statua di Giulietta Capuleti e al balcone: Oh Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo? . Così amano sussurrare ancora oggi le giovani donne. Se volete, lasciate il vostro messaggio d’amore sulle pareti dell’ingresso, è ammesso! O scrivete a Giulietta in una lettera i vostri tormenti amorosi… la fanciulla risponderà.